Un messaggio profetico contro le “benedizioni” omosessuali di Francesco
Marzo 22, 2024
SUPPORT
Copy Link
https://endtimes.video/it/messaggio-profetico-contro-benedizioni-omosessuali-di-francesco/
Copy Embed
vaticanocattolico.com - Canale in italiano

| | | |

Fra Pietro Dimond, O.S.B.

In Malachia 2:2, Dio dice ai sacerdoti disobbedienti: “Maledirò le vostre benedizioni”.  In questo video tratteremo, tra le altre cose, in merito a come questo versetto si applica profeticamente a ciò che Antipapa Francesco ha fatto da poco. 

Malachia 2:1-2 - "E ora, o sacerdoti, questo comando è per voi.  Se non ascolterete, se non prenderete a cuore di rendere onore al mio nome, dice il Signore degli eserciti, allora manderò la maledizione su di voi e maledirò le vostre benedizioni".

Considereremo anche come uno dei più grandi papi della storia cattolica abbia provvidenzialmente citato questo versetto delle Scritture nel contesto specifico riguardante il sostenere l'insegnamento della Chiesa cattolica secondo cui coloro che manifestano disobbedienza non devono ricevere benedizioni.  Prima di arrivare a questo, ecco cosa è successo. 

Il 18 dicembre 2023, si verificò uno degli eventi più significativi della storia mondiale. Antipapa Francesco, l'uomo che pretende falsamente di essere il Papa e la guida della Chiesa cattolica, ha formalmente approvato la dichiarazione Fiducia Supplicans, che permette alle coppie dello stesso sesso di ricevere le "benedizioni" nella Setta del Vaticano II. Si tratta di un evento apocalittico.

Il significato straordinario di questo evento è evidente per coloro che comprendono ciò che la rivelazione di Dio ci dice sull'attività omosessuale.  Anche se naturalmente speriamo nella conversione di coloro che la praticano, l'attività omosessuale è condannata da Dio e dalla Chiesa Cattolica come peccato mortale e come uno dei peccati che grida al Cielo.  In questo video si vogliono trattare alcune informazioni molto importanti su questo argomento. Per coloro che non lo sanno, la setta del Vaticano II che opera sotto Antipapa Francesco non è la Chiesa cattolica.  È la profetizzata Contro-Chiesa della fine dei tempi, la meretrice di Babilonia, come spiega il nostro materiale. 

Prima di entrare nel merito di alcuni principi chiave, si noti che il 2 ottobre 2023 sono state rese pubbliche le risposte di Antipapa Francesco dell'11 luglio ad alcuni dubia o dubbi. Una delle domande riguardava le 'benedizioni' per le unioni omosessuali. La risposta di Francesco a questa domanda (che è stata resa pubblica in ottobre) ha aperto la porta alla 'benedizione' delle unioni omosessuali, perché non ha detto che è proibito farlo.

In effetti, la risposta ha permesso a ciascun cosiddetto pastore di decidere se impartire una benedizione. Ne abbiamo parlato in un breve video all'inizio di ottobre. Tuttavia, in risposta, vari eretici Antipapa-sproloquiatori hanno detto: "No, no, no, Francesco non ha permesso una cosa del genere, e chiunque sostenga che l'abbia fatto sta dando una falsa testimonianza". 

Infatti, questo demoniaco Antipapa-sproloquiatore, che in realtà è solo un portavoce di Satana, ha affermato (all'epoca) che la risposta di Francesco (che è stata resa pubblica all'inizio di ottobre) consentiva solo la benedizione di individui, non la benedizione di coppie dello stesso sesso.  Nei mesi di ottobre e novembre del 2023, prima che Fiducia Supplicans uscisse a dicembre, questo eretico era contrario alle 'benedizioni' per le 'coppie' dello stesso sesso.

[Antipapa-sproloquiatore, 23 ottobre 2023:] “Vorrei semplicemente affermare che qualsiasi benedizione in pubblico, di una o più persone, soprattutto se si tratta di due persone, in pubblico, confonderà questi confini.  Quindi, se deve essere fatta, deve essere fatta a un individuo, non a una coppia, per evitare questa confusione e l'offuscamento dei confini.”

In ottobre ha ammesso che 'benedire' una coppia omosessuale sarebbe un'approvazione dell'attività omosessuale, il che è ovvio.  All'incirca in quel periodo, ha anche ammesso che la 'benedizione' di coppie dello stesso sesso è ciò che i cosiddetti vescovi radicali tedeschi stavano facendo (cosa che lui considerava contraria all'insegnamento cattolico). 

[Antipapa-sproloquiatore, 6 novembre 2023:] “E ora, questo vescovo tedesco ha pubblicato una lettera giovedì scorso, chiedendo ai pastori della sua diocesi di benedire le coppie dello stesso sesso.  Quindi questo vescovo in Germania, il Vescovo Karl-Heinz Wiesemann di Spyer, Germania, è colui che fa parte di questa discussione.  È lui che sta dando il via libera a tutto questo.”

Questo prima che quel portavoce di Satana (e altri come lui) si rendesse conto che Antipapa Francesco avrebbe approvato formalmente e specificamente le benedizioni per le 'coppie' dello stesso sesso, cosa che Antipapa Francesco ha fatto in Fiducia Supplicans a dicembre.  Quando ciò è accaduto a dicembre, hanno cambiato la loro argomentazione e hanno vergognosamente iniziato a difendere le 'benedizioni' per le 'coppie' dello stesso sesso. 

[Antipapa-sproloquiatore, 25 dicembre 2023:] “Ma si spinge al massimo per offrire benedizioni alle coppie dello stesso sesso senza compromettere la fede.”

Quindi, sono stati intrappolati dalle loro stesse parole disoneste di pochi mesi prima.

Proverbi 12:13 -  "L'uomo malvagio viene irretito dalla trasgressione delle sue labbra, ma il giusto sfugge ai guai".

Dopo la pubblicazione di Fiducia Supplicans a dicembre, non c'è più alcuna controversia sul fatto che Antipapa Francesco abbia formalmente approvato le 'benedizioni' per le coppie dello stesso sesso. 

Nel documento (che si è letto attentamente), si parla ripetutamente di 'coppie'.  Al punto #31 si legge:

Nell’orizzonte qui delineato si colloca la possibilità di benedizioni di coppie in situazioni irregolari e di coppie dello stesso sesso, la cui forma non deve trovare alcuna fissazione rituale da parte delle autorità ecclesiali, allo scopo di non produrre una confusione con la benedizione propria del sacramento del matrimonio.

- (Dichiarazione Fiducia supplicans, Il sito web del Vaticano)

Come possiamo vedere, Antipapa Francesco approva formalmente le benedizioni per le coppie dello stesso sesso. Pertanto, Francesco insegna ufficialmente che due uomini in una relazione sodomitica (o due donne in una relazione omosessuale) possono essere benedetti insieme da un 'sacerdote'. 

Si tratta di un abominio stupefacente.  La dichiarazione di Francesco è così oltraggiosa che persino molti 'vescovi' del Novus Ordo, che di solito accettano ogni tipo di eresia e falso ecumenismo, stanno protestando contro di essa. Questa divisione diffusa tra i cosiddetti 'vescovi' della Setta del Vaticano II, su una questione morale fondamentale, dimostra che non si tratta della Chiesa cattolica.  Manca il marchio di unità della Chiesa cattolica.

La dichiarazione di Antipapa Francesco approva anche le 'benedizioni' per le coppie che vivono in adulterio e fornicazione (il che anche è un abominio). Che le coppie a cui permette di essere 'benedette', includano coppie coinvolte in attività dello stesso sesso, è fuori discussione. Anche gli Antipapi-sproloquianti più radicali riconoscono questo fatto.  Ecco perché ora sostengono che ciò che viene benedetto non è l''unione' dei sodomiti, ma semplicemente 'la coppia' o 'le persone della coppia'. Si tratta di un'assurdità fallace e senza senso, come vedremo.  Il termine 'coppia' indica due individui in relazione l'uno con l'altro.  Quindi, se la coppia viene benedetta, la relazione/unione proibita viene 'benedetta'.  Questo è semplice e ovvio per chiunque abbia buona volontà.  Come ha sottolineato un 'sacerdote' del Novus Ordo, facendo l'esempio di un'unione incestuosa.

["Padre" Gerald Murray:] “La prossima volta che due persone coinvolte in una relazione incestuosa entrano e dicono:  Padre, ci benedirebbe?  Sa, siamo fratello e sorella, ma pensiamo che il sesso sia al di là delle restrizioni che c'erano una volta".  Un sacerdote dovrebbe dire: "Beh, se ritenete che sia importante, forse dovrei benedirvi".  Certo che no!  Tutti saprebbero che questo significa avallare l'incesto.”

Anche il paragrafo, #31, fa riferimento all'arricchimento, all'elevazione e alla crescita delle loro relazioni. Questo dimostra ulteriormente che la benedizione della 'coppia' è intimamente legata alla benedizione della relazione.  Inoltre, una relazione sodomitica non può crescere, elevarsi o arricchirsi.  L'unica cosa positiva che può accadere è che finisca. 

Ora, i difensori ciechi e disonesti di Antipapa Francesco faranno notare che il documento dice che queste benedizioni non devono essere considerate benedizioni matrimoniali, benedizioni liturgiche, o avere un rituale stabilito, e che il matrimonio è solo tra un uomo e una donna. Tutto questo non ha senso.  La setta anglicana, per esempio, permette formalmente le 'benedizioni' di coppie dello stesso sesso, ma non permette loro di chiamarlo matrimonio. Anche se non lo chiamano matrimonio, la loro pratica è comunque eretica e blasfema, perché significa che la sodomia può essere approvata da Dio e che non è un peccato mortale.

Inoltre, il fatto che la Fiducia Supplicans dica che non si deve usare un rituale prestabilito per le 'benedizioni', e che non devono essere considerate 'liturgiche', è ugualmente privo di significato.  Permettere una 'benedizione sacerdotale' di una coppia sodomitica significa permettere un atto ecclesiastico formale che significa l'approvazione della sodomia, anche se si sostiene che non è liturgico.  Come ha ammesso un 'sacerdote' del Novus Ordo su questo argomento.

[Murray:] E questo in pratica dice che c'è una differenza tra una benedizione liturgica e una non liturgica.  Questo è ridicolo.  Ogni benedizione nella Chiesa deriva dal fatto che Dio ci ha benedetto in Gesù Cristo, e noi in primo luogo nella Chiesa (come organizzazione gerarchica) portiamo queste benedizioni attraverso i ministeri pubblici.

Inoltre, l'affermazione contenuta nel n. 39, secondo cui la benedizione non deve essere eseguita con abiti e gesti propri di un matrimonio, anziché contribuire all'ortodossia del documento, ne conferma ulteriormente l'eterodossia; infatti, l'inclusione di tale clausola rivela che gli autori e Antipapa Francesco sanno molto bene che la benedizione di una coppia omosessuale significa l'approvazione della relazione.  Altrimenti, non ci sarebbe bisogno di avvertire di non usare abiti matrimoniali.

I difensori dell'antipapa indicheranno anche il documento n. 5, che afferma che la Chiesa non ha il potere di impartire benedizioni alle unioni di persone dello stesso sesso.  Ma questa affermazione è priva di significato, perché 1) nel contesto l'affermazione riguarda davvero le unioni matrimoniali, e nessuno sostiene che il documento chiami le relazioni omosessuali 'unioni matrimoniali'. E 2) come abbiamo sottolineato più volte, gli eretici in genere si contraddicono. 

La Chiesa cattolica insegna che quando gli eretici inculcano eresie o promuovono false dottrine, ma utilizzano ambiguità o contraddizioni nel processo, devono essere ritenuti eretici.  Ecco cosa insegnò ufficialmente Papa Pio VI su questo argomento nella sua bolla Auctorem Fidei del 1794:

Papa Pio VI, Auctorem Fidei, 28 agosto 1794:

"Essa è una tecnica assai reprensibile per l'insinuazione degli errori dottrinali, condannata molto tempo ora è dal Nostro predecessore San Celestino, il quale la trovò utilizzata negli scritti di Nestorio, Vescovo di Costantinopoli, da lui esposta di modo da condannarla con la maggiore severità possibile.

Una volta esaminati questi testi attentamente l'impostore veniva esposto e rivoltato, poiché egli si era espresso mediante una pletora di parole, mischiando le cose vere con delle altre oscure; mischiando a volte una con l'altra dimodoché egli fosse in grado di confessare quelle cose che erano state negate ed allo stesso tempo possedere una base per negare quelle esatte frasi da lui confessate.

Di modo da esporre tali tranelli, qualche cosa che diviene necessaria con una certa frequenza ogni secolo, nessun altro metodo è richiesto fuorché il seguente: quandunque divenga necessario esporre dichiarazioni celanti qualche errore o pericolo sospetto sotto il velo dell’ambiguità occorre denunciare il significato perverso sotto il quale l’errore opposto alla verità Cattolica è mimetizzato".

Questo vale proprio per la Setta del Vaticano II e la Fiducia Supplicans.  Non importa che il documento affermi di sostenere l'insegnamento cattolico sul matrimonio, quando lo stesso documento approva 'benedizioni' per coppie che hanno relazioni abominevoli e proibite.  L'atto stesso di dare tali 'benedizioni' a queste 'coppie' è un messaggio che la loro attività non è condannata e mortalmente peccaminosa, ma in realtà accettata e approvata da Dio.

Non commettete errori.  L'obiettivo di Antipapa Francesco, Fernandez, ecc. con questo documento era quello di introdurre i sodomiti negli aspetti regolari della vita della Chiesa e di approvare l'attività omosessuale, sotto l'apparenza di non contraddire l'insegnamento cattolico sul matrimonio. Ecco perché il n. 25 del documento scoraggia i sacerdoti dall'impegnarsi in un'analisi morale come condizione preliminare al conferimento della benedizione.

Non vogliono che le persone richiedano agli omosessuali di rinunciare al loro stile di vita peccaminoso. Questo è anche il motivo per cui Francesco non condanna, ma anzi approva, gli attivisti pro-"LGBT" come James Martin.  Infatti, dopo l'uscita della Fiducia Supplicans, James Martin l'ha utilizzata per conferire una 'benedizione' a due omosessuali che sostengono di essere 'sposati'. 

(traduzione in italiano)

Si sono tenuti per mano durante l'evento.  Il Vaticano è a conoscenza di questo tipo di azioni, ma non le ferma.   Questo perché Antipapa Francesco le approva.  Fine del dibattito.

Quindi, perché Antipapa Francesco e la Setta del Vaticano II vorrebbero approvare la sodomia e l'attività omosessuale introducendo questa nefasta pratica di 'benedizione' attraverso una dichiarazione formale, mentre affermano ingannevolmente di sostenere l'insegnamento cattolico sul matrimonio? 

È perché quello che stiamo vedendo ora è l'adempimento della profezia apocalittica sul ritorno della bestia/ Roma pagana negli ultimi giorni sotto l'aspetto della Chiesa. Negli ultimi giorni, non vedremo la Roma pagana proprio in faccia. Piuttosto, stiamo assistendo al ritorno della Roma pagana, ma sotto le vesti o l'apparenza della Chiesa (per mezzo di una Contro-Chiesa e di falsi successori di San Pietro).  Questo è ciò di cui parla la profezia dell'Apocalisse, come si evince dal nostro materiale.  Per questo motivo, San Giovanni si meravigliò molto quando vide la meretrice di Babilonia, come spiega il nostro materiale. 

Apocalisse 17:6 - "E vidi la donna ubriaca del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù.  Quando la vidi, mi stupii con gran meraviglia".

Apocalisse 17:8 - "E gli abitanti della terra, i cui nomi non sono stati scritti nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, si meraviglieranno nel vedere la bestia, perché essa era, non è e viene".

Il sostantivo ϑαῦμα (meraviglia) è usato solo due volte nel Nuovo Testamento.

2 Corinzi 11:13-15 - "Perché questi uomini sono falsi apostoli, operatori di inganni, che si travestono da apostoli di Cristo.  Non c'è da meravigliarsi [ού ϑαῦμα], perché anche Satana si traveste da angelo di luce.  Quindi non c'è da stupirsi se anche i suoi ministri si travestono da ministri della giustizia".

Apocalisse 17:6-7 - "Quando la vidi, mi meravigliai molto [ϑαῦμαμέγα].  Ma l'angelo mi disse: "Perché ti meravigli?  Ti dirò il mistero della donna e della bestia con sette teste e dieci corna che la porta"".

Poiché la profezia riguarda il ritorno della Roma pagana sotto l'apparenza o la veste della Chiesa, i leader eretici della Meretrice di Babilonia cercheranno tipicamente di velare le loro eresie con una certa terminologia cattolica - oltre che con contraddizioni e ambiguità - mentre promuovono un'agenda anticristiana e malvagia. Ne parliamo in dettaglio nei nostri video.  Essi spiegano tutto ciò che sta accadendo a Roma ora. 

Si guardino i video: Apocalisse ora in Vaticano; Il Tempio di Dio e l'Anticristo situato; e Il marchio distintivo dell'Anticristo, tra gli altri.  Apocalisse 17 afferma anche che quando le persone che non sono scritte nel libro della vita vedranno ciò che sta accadendo, si meraviglieranno - il che significa che saranno scosse, confuse e stupite. Abbiamo visto l'adempimento di questa profezia più e più volte da parte dei seguaci della Contro Chiesa del Vaticano II negli ultimi anni.

Ora, c'è un altro aspetto enorme di questa questione che i difensori e persino molti critici della Fiducia Supplicans stanno tralasciando – riguardante infatti ciò che si otterrebbe se si sostenesse (come fanno gli Antipapa-sproloquiatori) che ciò che Antipapa Francesco ha approvato non è la benedizione dell'unione omosessuale in sé, ma piuttosto delle persone omosessuali nell'unione.

Tale posizione è, prima di tutto, una menzogna, come abbiamo dimostrato, perché Francesco ha approvato la benedizione della coppia - e la coppia significa la relazione/unione omosessuale.  Ma in secondo luogo, sfugge un altro punto chiave, ossia che è immorale benedire anche solo le 'persone' omosessuali che manifestano di far parte di una 'coppia' omosessuale.   Lo si ripeta: queste persone non devono essere benedette.

Questo punto è stato trascurato da quasi tutti coloro che hanno commentato la Fiducia Supplicans, anche dai suoi critici.  Molti di loro dicono cose come: qualsiasi persona può ricevere una benedizione, ma la coppia non deve essere benedetta. 

[Un eretico del Vaticano II:] “Non ho problemi a benedire qualsiasi persona sulla terra.  Non mi interessa se sono con Hamas o altro.  Se vogliono che un sacerdote li benedica, diamo un po' di grazia a quella persona.  Quindi, non importa da chi si è attratti, tutti abbiamo bisogno di benedizioni da parte di Dio per vivere la vita cristiana.  Amen?”

No, stanno concedendo troppo.  La Chiesa non insegna che qualsiasi persona in qualsiasi situazione possa essere benedetta, e si vuole qui citare l'autorità papale in merito. 

Si sono letti in sede tutti i nove libri del registro di Papa San Gregorio VII, oltre a quelle che sono chiamate le sue epistole erranti.  San Gregorio VII è stato uno dei più grandi papi della storia della Chiesa.  Nelle sue lettere, indica ripetutamente che non darà benedizioni alle persone che manifestano disobbedienza.  Egli indica che non è in grado di farlo, per non violare la legge di Dio.

Prima di citarlo, si intende fare una distinzione.  Quando il contesto è buono (come ad esempio durante una vera Messa o quando i cattolici sono in pellegrinaggio, o in un contesto simile), un sacerdote può giustificare la benedizione di un gruppo di persone, senza conoscere le azioni personali che ogni persona del gruppo compie in altri momenti, perché nel contesto in cui viene conferita la benedizione non c'è alcuna manifestazione di disobbedienza o di connessione con un peccato grave.

Ma in un contesto in cui una persona sta peccando gravemente, o sta manifestando una grave disobbedienza alla Chiesa o alla legge di Dio, come quando due persone si identificano come parte di una 'coppia' gay, è assolutamente proibito e gravemente peccaminoso dare una benedizione a questa persona o a queste persone.  Benedire la persona (o le persone) in quella situazione significa che quella persona (o quelle persone) sono in grado di santificarsi o di ottenere il favore di Dio, pur essendo impegnate in una grave disobbedienza a Dio.  Quindi, tali persone non devono essere benedette.  Questo dovrebbe essere ovvio.

Troviamo questo principio applicato anche nella Regola di San Benedetto, Cap. 25, a proposito:

San Benedetto, La Santa Regola, cap. 25: "Un fratello colpevole di una colpa grave deve essere escluso sia dalla tavola che dall'oratorio... Non deve essere benedetto da nessuno che passa, né deve essere benedetto il cibo che gli viene dato".

Ma ecco alcune citazioni di Papa San Gregorio VII che illustrano ulteriormente il principio cattolico secondo cui le persone gravemente disobbedienti non devono essere benedette.  La citazione finale è particolarmente interessante e credo profetica.

Papa San Gregorio VII, agli chierici di Romans, 21 marzo 1077: "Come richiede la sacra autorità, abbiamo omesso di inviarvi il saluto e la benedizione apostolica come di consueto, a causa della scomunica che non avete temuto di subire per le vostre offese".

Qui il Papa dice che l'autorità sacra non gli permette di dare una benedizione apostolica agli scomunicati.  Questo non si applica solo agli scomunicati, come vedremo, ma a chiunque (compreso un fedele) manifesti una grave disobbedienza. 

Papa San Gregorio VII, al Vescovo Uberto di Thérouanne, fine del 1080 (Epistolae Vagantes #42): "Gregorio, vescovo, servo dei servi di Dio, al vescovo Uberto di Therouanne, saluto e benedizione apostolica, se non si oppone consapevolmente ai decreti della sede apostolica".

Si noti che bisogna essere obbedienti per ricevere la benedizione.

Papa San Gregorio VII, al clero e al popolo della Chiesa in Francia (Thérouanne) 1082, (Epistolae Vagantes #46): "Gregorio, vescovo, servo dei servi di Dio, al clero e al popolo della Chiesa di Thérouanne, e in particolare all'eccellente conte Roberto, salute e apostolica benedizione, se sono obbedienti".

Notate di nuovo che coloro che sono disobbedienti non sono benedetti.

Papa San Gregorio VII, ai Canonici di San Martino, Tours, 1082-1083: "Poiché abbiamo saputo che non avete obbedito ai nostri legati e al vostro arcivescovo, ma anzi avete cacciato l'arcivescovo, e poiché abbiamo appreso che per vostra colpa siete stati scomunicati da loro, non abbiamo osato inviarvi il nostro saluto e la nostra benedizione apostolica".

Papa San Gregorio VII, al Re Enrico IV di Germania, 8 dicembre 1075: "Se questo [rapporto] è così, lei stesso sa che non può ricevere la grazia di una benedizione divina né apostolica, a meno che coloro che sono stati scomunicati non siano stati banditi da lei e costretti a fare penitenza, e lei non abbia prima ricevuto l'assoluzione e il perdono per la sua trasgressione con adeguato dolore e soddisfazione".

Potremmo citare altri passaggi dello stesso Papa, ma consideriamo questo in particolare.  È profetico. 

Papa San Gregorio VII, ai fedeli dell'Italia e della Germania, 1079 (Epistolae Vagantes #32): "Gregorio, vescovo, servo dei servi di Dio, a tutti coloro che mostrano la dovuta obbedienza a San Pietro in tutto il regno d'Italia e di Germania, salute e apostolica benedizione.  Per quanto riguarda i sacerdoti, i diaconi e i suddiaconi che si sono macchiati del crimine di fornicazione, a nome di Dio Onnipotente e per l'autorità di San Pietro vietiamo loro l'ingresso nella Chiesa fino a quando non si pentiranno e non si emenderanno.  Se qualcuno preferisce rimanere nel suo peccato, nessuno di voi osi ascoltare i suoi uffici.  Perché la loro benedizione è diventata una maledizione e la loro preghiera un peccato, come testimonia il Signore attraverso il profeta che dice: 'Maledirò le vostre benedizioni' (Malachia 2:2)". 

Questo è affascinante.  Papa San Gregorio VII cita Malachia 2:2 sul fatto che Dio maledice le benedizioni offerte dalle persone coinvolte nella fornicazione o nei peccati sessuali.

Questo ovviamente si applica direttamente (e credo profeticamente) alla dichiarazione di Antipapa Francesco Fiducia Supplicans, che permette specificamente di benedire le persone che vivono nella fornicazione e nell'adulterio (cioè le coppie in situazioni irregolari), così come le 'coppie' dello stesso sesso.  Questi 'sacerdoti' diventano così coinvolti, per approvazione, nel crimine di fornicazione e nei peccati sessuali, e quindi le loro 'benedizioni' diventano maledizioni, esattamente come disse Papa Gregorio VII, citando il profeta Malachia.

Così, mentre la vera Chiesa cattolica e un vero Papa - che parla con la voce di San Pietro per difendere la fede cristiana - esclude assolutamente dalle benedizioni coloro che sono palesemente implicati nella fornicazione e li manda via finché non si pentono e modificano la loro vita e sono disposti a confessarsi, la contro Chiesa apocalittica del Vaticano II fa il contrario. Tale è la finta chiesa delle “benedizioni” alle persone coinvolte nella fornicazione e nell'adulterio - e, cosa ancora peggiore, nell'attività omosessuale e negli atti innaturali.  Queste 'benedizioni' della Contro Chiesa del Vaticano II diventano quindi maledizioni, come ha detto Malachia.   

Notate anche che questa lettera di Papa San Gregorio VII era indirizzata ai fedeli dell'Italia e della Germania. 

Non si crede in sede che sia solo una coincidenza.  Si crede piuttosto che sia stato un segno provvidenziale e profetico, perché in quali due Paesi le 'benedizioni' delle coppie omosessuali (così come quelle che vivono in adulterio e fornicazione) sono più notorie?  La risposta è: in Italia e in Germania. 

Sono state più notorie in Germania, ovviamente, come conseguenza di ciò che i loro falsi vescovi hanno fatto per un po' di tempo a questo proposito. Ora sono ancora più famose in Italia, perché Antipapa Francesco, l'attuale comandante dell'apocalittica meretrice di Babilonia, le ha recentemente approvate formalmente a Roma, in Italia, per l'intera Contro Chiesa.

Anche la citazione di Malachia 2:2 da parte di Papa San Gregorio VII, in questo contesto, era profetica. Nonostante la dichiarazione di Dio in Malachia 2:2, 'Maledirò le vostre benedizioni', si applicava a quel periodo dell'Antico Testamento, si crede qui che si applichi ancora più profondamente a ciò che Antipapa Francesco ha appena fatto davanti al mondo intero e a questo periodo apocalittico.

Malachia è l'ultimo dei dodici profeti minori dell'Antico Testamento.  Rappresenta, in qualche modo, la fine di un'alleanza.  Il capitolo finale del suo libro predice anche la fine del mondo. 

Malachia 4:1 - "Perché ecco che viene il giorno, ardente come un forno, in cui tutti gli arroganti e tutti i malfattori saranno stoppia...". 

Nel capitolo 2 di questo libro profetico, Dio si rivolge ai sacerdoti che hanno violato l'alleanza con la disobbedienza e hanno profanato il santuario con l'idolatria e le abominazioni. 

Malachia 2:1-11 - "E ora, o sacerdoti, questo comando è per voi.  Se non ascolterete, se non prenderete a cuore di rendere onore al mio nome, dice il Signore degli eserciti, allora manderò la maledizione su di voi e maledirò le vostre benedizioni... Avete corrotto l'alleanza di Levi... Perché Giuda ha profanato il santuario del Signore...".

La setta del Vaticano II e i suoi falsi sacerdoti hanno fatto proprio questo nel periodo della Nuova Alleanza. In Malachia 2, Dio dice ai sacerdoti che hanno violato l'alleanza e profanato il santuario: Maledirò le vostre benedizioni.  E ora tutto il mondo sta sentendo parlare dell'approvazione di Antipapa Francesco delle 'benedizioni' per le coppie dello stesso sesso, così come per coloro che vivono nella fornicazione e nell'adulterio - un abominio agli occhi di Dio che può solo portare a una grande maledizione. 

Il collegamento è impressionante.  Anche se nessuno conosce il giorno o l'ora, naturalmente, si crede che l'approvazione di questo abominio da parte di Antipapa Francesco sia un importante segno apocalittico.  Antipapa Francesco ha ora approvato formalmente un atto pseudo-ecclesiastico, che sarà eseguito da 'sacerdoti', che deride il matrimonio e tenta di giustificare un peccato abominevole che grida al Cielo.  Sarà questa una delle ultime cose che richiamerà l'ira fisicamente distruttiva di Dio? 

È assolutamente impossibile che un uomo che approva ciò che Francesco ha fatto sia il Papa. È impossibile che una persona del genere sia cattolica, per non parlare del successore di San Pietro nella fede apostolica.  Francesco non è certamente il Papa. 

Papa Leone XIII, Satis Cognitum (#9), 29 giugno 1896: “La prassi della Chiesa è sempre stata la stessa, e quella con il giudizio consenziente [i.e. consenso] dei santi padri che erano soliti ritenere estraneo alla comunione cattolica e bandito dalla Chiesa chiunque si fosse allontanato anche minimamente dalla dottrina proposta dall’autentico magistero.”

Papa San Celestino I, al clero e al popolo di Costantinopoli, 430 d.C.: "Tuttavia, affinché non appaia in vigore, anche solo per un certo tempo, la sentenza di colui che aveva già fatto ricadere su di sé una sentenza divina, l'autorità della Nostra Sede Apostolica ha apertamente disposto che nessun vescovo, chierico o cristiano di alcuna professione, che fu deposto dalla sua posizione o dalla comunione da Nestorio e da quelli a lui simili da quando [ex quo] iniziarono a predicare l'eresia, è da considerarsi deposto o scomunicato. Ma ognuno di questi è stato e fino ad ora rimane nella nostra comunione, perché colui che inciampava nel predicare tali cose non poteva deporre o allontanare nessuno”.

San Roberto Bellarmino, De Romano Pontifice, libro 2, cap. 30: "... un Papa manifestamente eretico cessa automaticamente di essere il Papa e il capo, così come cessa automaticamente di essere un cristiano e un membro del corpo della Chiesa, e per questo motivo può essere giudicato e punito dalla Chiesa.  Questo è il giudizio di tutti gli antichi Padri, che insegnano che gli eretici manifesti perdono immediatamente ogni giurisdizione...".

Coloro che continuano a riconoscere Francesco come Papa, di fronte a questi fatti, contraddicono l'insegnamento cattolico e di fatto bestemmiano ciò che Dio ha istituito in San Pietro.

Si vuole qui concludere questo video con alcuni filmati di difensori eretici della Contro-Chiesa del Vaticano II, che in realtà difendono l'oltraggiosa dichiarazione di Antipapa Francesco Fiducia Supplicans.  Molti di loro hanno anche mentito su questi temi e su questioni correlate.  Segnatevi queste persone.  Riconosceteli non solo come nemici della vera Chiesa cattolica che hanno abbandonato la vera fede cattolica, ma anche come coloro che ora hanno ceduto su una questione fondamentale di moralità e di legge naturale. 

Questi eretici, che difendono la Fiducia Supplicans, pensano che sia ortodosso far 'benedire' una coppia sodomita da un 'sacerdote'.  Non ricevono l'amore della verità.  Nonostante una montagna di prove, si rifiutano di vedere che la Setta del Vaticano II non è la Chiesa cattolica.  È la Contro-Chiesa profetizzata della fine dei tempi. 

La loro fedeltà fuorviante agli antipapi apostati del Vaticano II li ha portati in un luogo molto oscuro.  Ora difendono e cercano di giustificare un atto pseudo-ecclesiastico che rappresenta l'approvazione formale di abominevoli perversioni e peccati innaturali.  Notate la profonda illusione di questo primo eretico, che afferma diabolicamente che il documento di Francesco è 'bellissimo', tutto ciò che di meglio si poteva desiderare, e rappresenta la perfetta chiarezza.  Queste persone sono sotto il controllo di Satana. 

[Primo Eretico:] Letteralmente.  Il documento è così bello e di così agevole lettura, voglio dire.  Papa Francesco ha ricevuto molte critiche e a volte giustamente per essere ambiguo, confuso e per non aver chiarito alcune cose.  Ma questo documento non è così!  È letteralmente l'opposto e tutto ciò che abbiamo sempre desiderato!  Chiarezza perfetta!

[Intervistatore:] Ho letto una sezione che faceva sembrare che 'la coppia' possa essere benedetta!
[Il secondo eretico:] Sì, lo dice esplicitamente.
[Intervistatore:] Pensa che Papa Francesco stia abbassando il livello?
[Il secondo eretico:] Non in modo dottrinale.

[Il terzo eretico:] Ho letto il documento.  Paragrafo per paragrafo.  Linea per linea, parola per parola.  Ho persino prestato attenzione ad alcuni elementi della punteggiatura.  E per me, ciò che è scritto qui, è eccellente!

[Il quarto eretico:] Il documento è ortodosso in linea di principio.

[Il quinto eretico:] Beh, non è esattamente quello che ha fatto il Papa con Fiducia Supplicans?  Sostiene la fede tradizionale, ma si spinge il più lontano possibile per offrire benedizioni alle coppie dello stesso sesso.  Senza compromettere la fede.

Per essere un vero cattolico ed essere salvato, bisogna essere un cattolico tradizionale, come spiega il nostro materiale.

Luca 18:8 - "... quando il Figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?

SHOW MORE



47:12
L’Anticristo rivelato: la bestia che era stata e non era è tornata
6 anni fa
11:17
Viganò chiama Francesco come “Papa non-Cattolico” (Analisi)
2 anni fa
32:55
Faustina e la Divina Misericordia – un inganno
10 mesi fa
13:07
L’eresia Ebraica del Vaticano II
10 anni fa
2:43
Antipapa Francesco comunica ad un omosessuale di essere stato creato così
6 anni fa
11:06
L’agonia di Gesù Cristo nel giardino del Getsemani
3 anni fa
3:29
Matteo 18 dimostra anche che Pietro fu il primo papa
5 mesi fa
9:56
La chiave per comprendere Giovanni 3:16
7 mesi fa
14:49
La bestemmia di Giovanni Paolo II contro lo Spirito Santo e le sue vittime spirituali
9 mesi fa
1:23:59
Apocalisse ora in Vaticano
1 anno fa
21:06
“L’ortodossia” orientale: il suo difetto fatale su vescovi e concili ecumenici
2 anni fa
22:24
Grandi testi di prova per il sedevacantismo mostrano che Francesco non è il Papa
2 anni fa
3:13
Francesco contraddice Dio e San Pio V sulle leggi sull’omosessualità
1 anno fa
33:01
Perché la nuova messa e il nuovo rito di ordinazione sono invalidi
2 anni fa
2:39:40
Il Terzo Segreto di Fatima
9 anni fa